10 truffe su Facebook Marketplace a cui prestare attenzione

10 truffe su Facebook Marketplace a cui prestare attenzione

Facebook Marketplace è utile per acquistare o vendere oggetti usati o indesiderati. Ma come qualsiasi mercato online, il servizio è pieno di truffatori che cercano di trarre vantaggio da entrambe le parti. Impariamo come funzionano e come riconoscerli.

La truffa dell’assicurazione sulla spedizione

Facebook Marketplace è principalmente una piattaforma per le vendite locali. Pensala come la sezione degli annunci di un giornale locale, in particolare quando si tratta di vendite peer-to-peer. Quando vendi un articolo di alto valore , è meglio intrattenere offerte solo da acquirenti locali che sono disposti a incontrarsi di persona.

Uno dei motivi è la crescente diffusione della truffa dell’assicurazione sulla spedizione. I truffatori si spacciano per acquirenti legittimi che pagheranno un sacco di soldi (spesso citando $ 100 o più) per la spedizione tramite un servizio come UPS. Arriveranno persino a inviarti una fattura per la spedizione, che si tratti di un allegato contraffatto o di un indirizzo email falso .

Questa truffa ruota attorno a una “commissione assicurativa” che l’acquirente vuole che tu copra. Questo è spesso di circa $ 50, che potrebbe essere un prezzo interessante per te (l’acquirente) da ingoiare per vendere un oggetto di valore al prezzo richiesto. Una volta che hai inviato il denaro per coprire la quota assicurativa, il truffatore prende i tuoi soldi e passa al marchio successivo.

Mentre alcuni acquirenti legittimi potrebbero effettivamente essere felici di pagare per la spedizione di un articolo, la prevalenza di questa truffa rende questa una strada rischiosa da percorrere. Per lo meno dovresti sapere di tagliare tutti i contatti se ti viene richiesto qualsiasi tipo di addebito aggiuntivo di “assicurazione”.

Venditori che richiedono il pagamento in anticipo

Trattare Facebook Marketplace come un elenco classificato può anche impedirti di cadere vittima della prossima truffa. Non dovresti mai pagare per qualcosa che intendi ritirare di persona senza prima aver visto (e ispezionato) quell’oggetto. Negli Stati Uniti, Facebook consente alle aziende di utilizzare Marketplace come un sito di eCommerce, ma lo stesso servizio non è esteso al pubblico in generale.

Se un venditore ti chiede di pagare in anticipo un articolo che non hai visto di persona, allontanati. Dovresti rimanere sospettoso anche se il venditore mostra l’oggetto durante una videochiamata poiché non puoi verificare che l’oggetto si trovi nella tua zona. Se sei interessato a un oggetto, accetta di incontrare il venditore in un’area pubblica e ben illuminata e concorda in anticipo un metodo di pagamento.

Giovane che gesticola con le dita per chiedere soldi.

Se possibile, concorda un pagamento senza contanti utilizzando un servizio come Facebook Pay, Venmo o Cash App per evitare di portare con te grandi quantità di denaro contante. Per la massima tranquillità, porta qualcuno con te e non incontrarti mai in un luogo deserto dopo il tramonto.

Venditori e acquirenti che effettuano la transazione altrove

Un segno rivelatore di un truffatore è il desiderio di portare la transazione completamente lontano da Facebook e su un’altra piattaforma, come un’app di chat o un’e-mail. Uno dei motivi potrebbe essere quello di rimuovere eventuali segni di tracce cartacee digitali che potresti utilizzare per dimostrare che il venditore ti ha truffato. Ciò fornisce al truffatore una certa protezione dalla chiusura dei propri account da parte di Facebook poiché sul servizio esisterà poca o nessuna prova di una truffa.

Questo potrebbe applicarsi ad acquirenti o venditori. La maggior parte delle volte questi truffatori trasmettono un indirizzo e-mail (o semplicemente lo inseriscono nell’elenco). Puoi cercare questo indirizzo sul Web per vedere se è stato segnalato da qualcun altro per attività sospetta.

Annunci di affitto di case e appartamenti falsi

Le truffe sugli affitti di Facebook hanno avuto una nuova prospettiva di vita durante la pandemia di COVID-19. In un periodo in cui molti hanno subito blocchi e ordini di restare a casa, uscire e vedere di persona una potenziale proprietà non è sempre stato possibile. Anche se le restrizioni in tutto il mondo sono allentate, il problema persiste e dovresti idealmente evitare di usare Facebook per trovare una proprietà del tutto.

I truffatori si attengono a agenti immobiliari e proprietari terrieri nel tentativo di indurre gli inquilini ignari a inviare denaro. Diranno quasi tutto per farti sborsare i soldi e le tecniche di vendita ad alta pressione che affermano che altri affittuari sono interessati e che devi agire rapidamente per assicurarti un affitto sono comuni.

Mentre molti truffatori ricorrono alla pubblicazione di immagini di proprietà che hanno trovato online con cui non hanno alcuna connessione nel mondo reale, alcuni faranno un ulteriore passo avanti. Alcune truffe potrebbero essere abbastanza sofisticate da utilizzare case che il truffatore sa essere vuote. Potrebbero dirti di ispezionare la proprietà di persona (con o senza che siano presenti), ma se non riesci ad entrare, dovresti sapere che sta succedendo qualcosa.

Il modo migliore per evitare di cadere in questo è utilizzare servizi immobiliari verificati per cercare posti in cui vivere. Se sei tentato da Facebook, è necessaria la due diligence per assicurarti di non essere preso in giro. Diffida dei profili Facebook che non sembrano autentici. È possibile invertire le immagini  del profilo di ricerca di immagini e verificare le informazioni di contatto effettuando alcune chiamate.

Se l’agente o il proprietario afferma di rappresentare una società o un trust immobiliare, contattali direttamente e verifica la loro identità. Fai attenzione se ti viene chiesto di pagare un deposito utilizzando servizi come PayPal, Venmo, Cash App o un altro servizio peer-to-peer. E infine, segui una delle regole d’oro per acquistare qualsiasi cosa online: se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è.

Truffe sui depositi di auto e sulla protezione dell’acquisto di veicoli

L’acquisto di un articolo di alto valore come uno smartphone comporta dei rischi, ma gli articoli di valore più elevato come le automobili comportano ancora più rischi a causa del loro prezzo elevato. Fai attenzione ai venditori che ti chiedono di pagare un deposito per tenere un’auto, anche se promettono che il deposito è rimborsabile. Anche il più abbozzato concessionario di auto di seconda mano ti permetterebbe di ispezionare un’auto prima di consegnare il denaro.

Allo stesso modo, alcuni truffatori tentano di aggiungere credibilità alle loro inserzioni affermando che utilizzeranno schemi del mondo reale come eBay Vehicle Purchase Protection , che copre una transazione fino a $ 100.000. Questo vale solo per i veicoli venduti su eBay, quindi Facebook Marketplace (e servizi simili) non si applicano.

Merce rubata o difettosa, in particolare tecnologia e biciclette

Non mancano gli acquirenti che cercano un affare su Facebook Marketplace e molti truffatori vedono questa come un’opportunità. Smartphone e laptop sono sempre molto richiesti, ma questi sono anche alcuni dei beni rubati più frequentemente.

Prendi l’iPhone per esempio. Un iPhone rubato sarà probabilmente inutile sia per il venditore che per chiunque stia vendendo poiché Apple blocca l’hardware su un account utente con Blocco attivazione. Ci sono tutti i tipi di cose da controllare prima di acquistare un iPhone usato . La stessa funzionalità esiste per i MacBook e c’è una lista di controllo che dovresti esaminare prima di acquistare anche l’hardware Mac usato .

Blocco attivazione su iPhone

Molti dei suggerimenti che si applicherebbero a un iPhone o MacBook si applicano anche a smartphone Android e laptop Windows (al di fuori delle funzionalità specifiche di Apple, ovviamente). Ciò include testare accuratamente l’oggetto prima di acquistarlo, il che significa incontrarsi in uno spazio pubblico sicuro in modo da poter ispezionare qualsiasi cosa tu debba acquistare.

Un prezzo che sembra troppo bello per essere vero (anche se il venditore sta cercando di effettuare una vendita rapida per un motivo apparentemente legittimo) è anche una bandiera rossa. Se non riesci a vedere l’elemento, metti le mani su di esso, verifica che non sia bloccato su un altro account e assicurati che funzioni come previsto; dovresti andartene. Avere più informazioni su un articolo ti darà anche una migliore comprensione della proposta di valore.

Le biciclette sono altri oggetti di alto valore che vengono spesso rubati . Se acquisti una bicicletta che viene successivamente recuperata dal legittimo proprietario, perderai sia l’oggetto che il denaro pagato. Ironia della sorte, Facebook è un ottimo posto per rintracciare le biciclette rubate. Prima di acquistare, dai un’occhiata a tutti i gruppi di “biciclette rubate” nella tua zona per vedere se qualcuno ha segnalato il furto dell’oggetto.

La truffa della carta regalo

Mentre alcuni venditori potrebbero essere aperti allo scambio di articoli, pochissimi venditori legittimi accetteranno buoni regalo come pagamento. Le carte regalo sono anonime, quindi una volta che le hai consegnate non c’è traccia della transazione come praticamente con qualsiasi altro metodo di pagamento. Potresti effettivamente “comprare” un oggetto, ma il fatto che il venditore non voglia alcuna registrazione di una transazione significa che sta succedendo qualcosa di sospetto.

Questo non deve essere confuso con un’altra truffa di Facebook in cui gli utenti compilano un modulo con tutte le loro informazioni personali per ricevere un codice sconto o una carta regalo per un noto rivenditore.

Frode di identità e raccolta di informazioni personali

I truffatori non vogliono solo i tuoi soldi, alcuni si accontentano invece di informazioni o servizi creati a tuo nome. Questo potrebbe funzionare sia contro un venditore che contro un acquirente, in particolare quando si tratta della truffa “Google Voice”.

Durante la discussione di una transazione, l’altra parte potrebbe chiederti di “verificare” la tua identità con un codice. Ti chiederanno il tuo numero di telefono, che invierai loro, e poi riceverai un codice (in questo esempio, da Google). Il codice è quello utilizzato da Google per verificare la tua identità durante la configurazione di Google Voice. Se trasmetti questo codice al truffatore, può creare un account Google Voice utilizzando il tuo numero di telefono o accedere al tuo account.

Il truffatore ora ha un numero legittimo che può utilizzare per scopi nefasti ed è collegato al tuo numero (e identità) nel mondo reale. Alcuni truffatori richiederanno semplicemente tutti i tipi di informazioni personali, inclusa la tua data di nascita e l’indirizzo per verificare chi sei. Queste informazioni possono essere utilizzate per creare account a tuo nome.

Se stai vendendo un oggetto da casa e un acquirente ha accettato di venire a ispezionare o potenzialmente acquistare l’oggetto, dovresti resistere a distribuire il tuo indirizzo completo. Invece, puoi fornire all’acquirente un indirizzo vago (come la tua strada o un punto di riferimento nelle vicinanze) e poi farti chiamare quando si trova vicino alla posizione esatta. Questo dissuaderà molti truffatori dal perdere tempo in primo luogo.

Truffe di rimborso in eccesso

I venditori fanno attenzione a chiunque si offra di pagare un articolo prima di vederlo. In molti modi, questa è un’altra versione della truffa dell’assicurazione sulla spedizione e funziona in modo simile. Un acquirente fingerà di essere interessato a un articolo nella misura in cui affermerà di aver inviato denaro per pagarlo. Spesso accompagnano questa affermazione con uno screenshot falso che mostra la transazione.

Lo screenshot mostrerà chiaramente che l’acquirente ha pagato in eccesso per l’oggetto. Quindi chiedono a te (il venditore) di restituire parte del denaro che ti hanno inviato quando in realtà non è stato trasferito denaro. Questa truffa viene utilizzata in tutto Internet ed è particolarmente comune nelle truffe del supporto tecnico .

Vecchi articoli falsi

I prodotti falsi di solito non sono troppo difficili da individuare di persona. Anche se un articolo sembra autentico a un esame più attento, è spesso evidente dall’uso di materiali più economici, piccole imperfezioni e imballaggi scadenti. Ma online, i truffatori possono utilizzare qualsiasi immagine che preferiscono per pubblicizzare i loro prodotti.

Non c’è molto che puoi fare oltre a ispezionare a fondo un articolo prima di acquistarlo. Tieni presente che alcuni truffatori cercheranno di sostituire la merce con una versione inferiore o semplicemente pubblicizzeranno l’articolo originale ma ti forniranno un falso.

In particolare, fai attenzione ad articoli come cuffie di marca come Beats e AirPods, abbigliamento e scarpe, accessori moda come borse e borsette, occhiali da sole, fragranze e trucchi, gioielli e orologi e altri piccoli oggetti. Se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è.


Se sospetti che qualcosa non va in una scheda, puoi sempre segnalare l’annuncio. Per fare ciò, fai clic sull’elemento per visualizzare l’elenco completo, quindi fai clic o tocca l’icona con i puntini di sospensione “…” e scegli “Segnala elenco”, quindi fornisci un motivo per la tua segnalazione.

Similar Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.