La Russia non è sicura che il suo nuovo caccia stealth sarà effettivamente stealth

La Russia non è sicura che il suo nuovo caccia stealth sarà effettivamente stealth

All’inizio di quest’anno, la Russia ha presentato il suo prossimo “caccia stealth”, il Su-75 Checkmate monomotore, con audaci affermazioni sulle sue prestazioni e capacità previste.

Ora, mentre il caccia viene mostrato per la prima volta su suolo straniero al Dubai Air Show di questa settimana, le dichiarazioni formali del suo produttore hanno messo in discussione le sue credenziali stealth.

Come abbiamo discusso all’epoca, la Russia ha una lunga e illustre storia di esagerazioni quando si tratta di svelare nuove tecnologie di difesa, dal robot di fanteria Uran-9 che ha ottenuto titoli globali nonostante segretamente non funzionasse affatto, al fratello maggiore dello Scacco matto, il Su-57, che è considerato il meno stealth della sua generazione di caccia e attualmente esiste solo in numeri simbolici.

Anche i progetti di successo come il carro armato principale T-14 Armata sono soffocati dalla mancanza di fondi, con la Russia incapace di produrli o schierarli in un numero ragionevole.

E mentre il Su-75 non ha ancora nemmeno manifesta in maniera pilotabili, la società responsabile dello sviluppo del velivolo ha attentamente in punta di piedi intorno al tema della furtività tutto molteplici racconti pubblicati da agenzie di stampa di proprietà statale della Russia negli ultimi mesi.

Anche il linguaggio usato da questi media è più riservato di quello che troverai spesso nei media internazionali. Come esempio lampante, troverai il Su-75 Checkmate indicato come un caccia stealth in tutti i media americani … ma non troverai che Rostec (l’azienda che sviluppa l’aereo) usi quel termine.

Tuttavia, i media russi si riferiscono a Checkmate come un combattente di quinta generazione di tanto in tanto.

Rostec afferma che mantenere il Su-75 Checkmate fuori dal raggio delle difese aeree nemiche “salverà la vita del pilota”

Checkmate, il nuovo jet da combattimento stealth di quinta generazione Sukhoi è stato visto durante una cerimonia di apertura dello spettacolo aereo MAKS-2021 a Zhukovsky, fuori Mosca, Russia, 20 luglio 2021

 

Dopo aver passato in rassegna dozzine di articoli che Tass ha pubblicato sul Su-75 Checkmate, e ogni comunicato stampa sul sito web di Rostec a riguardo, non troverai un singolo esempio di esso descritto come un caccia stealth .

L’unica volta che compaiono frasi come “5a generazione”, o sono state lanciate dall’autore dell’articolo o sono in riferimento all’F-35 Rostec ha cercato di posizionare il suo Checkmate come concorrente per … e anche allora, la dichiarazione è arrivata con alcune qualifiche linguaggio della “generazione precedente”.

“Tra i velivoli monomotore di quinta generazione e di precedente generazione, solo l’F-35 può vantare caratteristiche paragonabili a quelle del principale rivale del Checkmate. Tuttavia, il nostro aereo è più efficiente in termini di costi rispetto ad esso”, ha detto a Tass il CEO di Rostec Sergey Chemezov questa settimana .

La dichiarazione più schiacciante sulla furtività del Su-75 Checkmate è arrivata anche da Rostec questa settimana.

In un articolo pubblicato da Tass il 12 novembre, un portavoce di Rostec ha dichiarato senza mezzi termini che lo Scacco matto dovrà operare al di fuori delle difese aeree nemiche , piuttosto che al loro interno.

“È importante sottolineare che l’aereo è in grado di svolgere qualsiasi compito al di fuori dell’area dell’operazione delle armi di difesa aerea, salvando così la vita del pilota”, afferma la dichiarazione.

Dire letteralmente che rimanere al di fuori delle difese aeree nemiche “salverà la vita del pilota” non sembra essere un forte voto di fiducia per la furtività del Su-75.

Il vice primo ministro russo afferma che il Su-75 ha “caratteristiche di quinta generazione”

Un prototipo del nuovo caccia stealth Checkmate della Russia

A settembre, il vice primo ministro russo Yuri Borisov ha partecipato a un evento del forum petrolifero e del gas in cui la stampa ha avuto l’opportunità di porre domande sullo scacco matto e sui piani della Russia per l’acquisto del nuovo caccia.

Quando la linea dell’interrogatorio ha raggiunto la linea temporale che le persone potevano aspettarsi di vedere l’aereo entrare in produzione, Borisov ha chiarito che la produzione era basata sulla ricerca di acquirenti stranieri … e inoltre , anche lui ha evitato di chiamarlo stealth o addirittura un caccia di quinta generazione.

“Per quanto ricordo, i test di volo inizieranno nel 2023, la produzione in serie in caso di domanda, si spera che ci sarà domanda perché questo aereo ha una serie di caratteristiche di un jet di quinta generazione … inizierà nel 2025-2026, Penso che questo sia un lasso di tempo realistico”, ha detto Borisov.

I media russi affermano che il Su-75 Checkmate ha “caratteristiche” stealth

 

Naturalmente, ci sono frequenti menzioni del Checkmate che sfrutta la tecnologia stealth nei media russi, ma non sono affatto rari nelle discussioni sui combattenti di quarta generazione che nessuno considererebbe stealth.

Ecco cosa dicono i media statali russi sulla furtività del Su-75 Checkmate:

“Il nuovo caccia monomotore si basa sulla tecnologia stealth ed è dotato di un compartimento interno per gli armamenti aria-aria e aria-superficie”. – “Capitale straniero da attrarre alla creazione del caccia Checkmate, afferma il CEO di Rostec” tramite Tass il 12 novembre 2021
 

“Checkmate vanta caratteristiche stealth ed è dotato di un compartimento all’interno della fusoliera per missili aria-aria e aria-superficie (un carico utile di oltre sette tonnellate).” – “Il ministero della Difesa potrebbe prendere in considerazione l’acquisto del caccia Checkmate — vice primo ministro” tramite Tass il 16 settembre 2021

Anche altri paesi parlano in questo modo dei combattenti di quarta generazione

In questa foto di file non datata rilasciata dal Ministero della Difesa di Taiwan, un jet da combattimento cinese PLA J-16 vola in una posizione sconosciuta

 

Le osservazioni della Russia sulla furtività del Su-75 suonano in modo sorprendente come il modo in cui la Cina ha detto al mondo che i suoi caccia di quarta generazione erano “furtivi” l’anno scorso.

Ecco cosa ha detto il Global Times, di proprietà del governo cinese, sull’incorporazione di rivestimenti invisibili nei loro caccia di quarta generazione non invisibili.

“Il nuovo rivestimento fornirà al J-16 un livello di capacità stealth non solo a occhio nudo ma anche con dispositivi elettromagnetici, ha affermato lo scorso anno il pilota dell’aeronautica cinese Jiang Jiaji alla China Central Television. Il nuovo rivestimento può ridurre il rilevamento da parte del radar, L’esperto di difesa aerea Fu Qianshao in precedenza ha dichiarato al Global Times”. – “Gli aerei militari cinesi riceveranno nuovi rivestimenti invisibili” tramite il Global Times il 16 marzo 2020.

Naturalmente, i caccia americani hanno adottato un approccio spray simile per ridurre i ritorni radar, quindi a volte troverai persino punti vendita nazionali che si riferiscono ad aerei come l’F-16 come sfruttando la tecnologia stealth nello stesso modo in cui Rostech parla del loro Su- 75 Scacco matto.

È possibile essere un combattente di “quinta generazione” che non sia furtivo?

f 86 sciabola guerra di Corea

 

Le designazioni generazionali spesso (o almeno erano abituate a ) provengono dall’interno della stessa comunità dell’aviazione.

Ogni generazione viene fornita con un elenco in qualche modo soggettivo di capacità che potrebbero essere esistite in alcuni particolari velivoli prima, ma che diventano requisiti generali per i caccia della prossima generazione.

Le generazioni di caccia sono abbastanza soggettive, quindi ecco come l’Air Force ha scomposto le nuove capacità che hanno portato a una nuova designazione generazionale:

  • 1a generazione: propulsione a reazione
  • 2a generazione: ali a freccia, radar a distanza e missili a guida a infrarossi
  • 3a generazione: volo supersonico, radar a impulsi e missili che possono ingaggiare avversari da oltre il raggio visivo
  • 4a generazione e oltre: alti livelli di agilità, un certo grado di fusione dei sensori, radar a impulsi-doppler, segnale radar ridotto, fly-by-wire, missili guarda in basso/abbattimento e altro ancora.

Nel caso del primo caccia di quinta generazione , l’F-22 Raptor, la cosa più importante che lo differenziava dalle sue controparti di quarta generazione era come la furtività fosse una parte intrinseca del design dell’aereo.

Piuttosto che progettare prima un caccia per l’aerodinamica e le prestazioni e poi cercare modi per ridurre la firma radar, lo sviluppo dell’F-22 ha dato la priorità alla furtività sin dal primo giorno.

Naturalmente, non era tutto ciò che rendeva speciale l’F-22, e sebbene fosse, in effetti, il primo vero caccia stealth sul pianeta, possedeva anche molti altri attributi essenziali di quinta generazione.

L’F-22 era dotato di sistemi informatici altamente integrati in grado di comunicare con altre risorse in rete. È una cellula ad alte prestazioni in grado di servire in una capacità multiruolo. Di conseguenza, mantiene un grado di consapevolezza della situazione più elevato rispetto a quello che si può trovare nelle piattaforme precedenti.

Ecco come il precedente direttore dell’ufficio di integrazione dell’F-35A Lightning II dell’aeronautica, il tenente generale Jeffrey Harrigian, ha spiegato i requisiti di quinta generazione:

“Ci sono molte caratteristiche degli aerei di quinta generazione che li separano dai velivoli più vecchi. Questi includono, principalmente, caratteristiche di progettazione multispettrali a bassa osservabilità come radar, sensori a infrarossi e strumenti di consapevolezza della situazione visiva, insieme all’autoprotezione e al disturbo del radar. capacità che ritardano o negano ai sistemi nemici la capacità di rilevare, tracciare e ingaggiare l’aereo”.
 

“Questi velivoli dispongono anche di avionica integrata, che fonde e dà priorità ai sensori multispettrali e ai dati esterni dell’aeromobile, fornendo un’immagine precisa delle operazioni in tempo reale per il pilota e la possibilità di scaricare i dati per l’analisi post-missione”.

È importante notare che questa citazione è stata utilizzata in un pezzo intitolato ” Defining the 5th Generation Fighter Jet “, di Jeffrey Hood del 633rd Air Base Wing Public Affairs. Nello stesso pezzo, sottolinea che non esiste una definizione ufficiale della quinta generazione di combattenti.

“Non esiste una definizione ufficiale prontamente disponibile del Dipartimento della Difesa o dell’aeronautica americana di ‘quinta generazione’ o di una qualsiasi delle altre generazioni precedenti che l’hanno preceduta”, ha scritto Hood.

Anche senza una definizione formale (il che significa che i media e le aziende russe chiamano qualsiasi cosa vogliano “quinta generazione), le prestazioni stealth non sono elencate come requisito per la designazione generazionale da parte di nessuno.

In altre parole, incorporare spunti di design stealth è probabilmente sufficiente per renderlo nell’ultima generazione, anche se non è abbastanza per rendere l’aereo “stealth” secondo la nostra comprensione popolare del termine.

Sembra che a causa del prezzo dichiarato del Su-75 Checkmate compreso tra $ 25 e $ 30 milioni per aereo, il caccia potrebbe rinunciare all’uso del rivestimento assorbente radar (un aspetto incredibilmente costoso e dispendioso in termini di tempo della maggior parte della produzione di caccia di quinta generazione e Manutenzione).

Inoltre, la Russia ha lottato per padroneggiare la produzione di caccia stealth con tolleranze sufficientemente strette per evitare che gli spazi tra i pannelli della carrozzeria producano ritorni radar, hanno sostenuto alcuni esperti. Con il Checkmate che dovrebbe essere inferiore a 1/3 del costo del suo principale concorrente, l’F-35, gli angoli devono essere tagliati da qualche parte.

Furtivo o no, il Su-75 Checkmate è ancora principalmente un aeroplanino di carta

Il nuovo caccia stealth russo "Checkmate" alla sua presentazione

 

La Russia ha fatto alcune affermazioni piuttosto grandi sulle capacità di questo prossimo caccia, da una velocità massima migliore di Mach 1.8, a un raggio di quasi 1.900 miglia, alla sua capacità di carico utile di 7 tonnellate, ma l’affermazione più interessante di tutte è il suo prezzo.

Ad un prezzo di soli $ 25-30 milioni per aereo, il Su-75 Checkmate sarebbe il caccia stealth più economico del mondo con un ampio margine se mai fosse all’altezza delle sue affermazioni.

La Russia potrebbe avere l’abitudine di esagerare quando si tratta di tecnologia militare, ma non c’è dubbio che la nazione abbia messo in campo alcuni degli aerei tattici più incredibilmente performanti che il mondo abbia mai visto. Ma fino ad oggi, l’economia stagnante della Russia semplicemente non ha permesso alla loro esperienza nel settore dell’aviazione di estendersi saldamente al dominio dello stealth.

La dottrina russa sulla guerra aerea, è importante notare, non pone molta enfasi sulla furtività rispetto a quella americana, e alcuni sostengono che questo sia il motivo per cui la nazione non ha dedicato più risorse per colmare il divario di capacità stealth.

Si potrebbe sostenere che la relazione causale potrebbe essere potenzialmente invertita, tuttavia, con la dottrina della guerra aerea russa che riflette la loro incapacità di mettere in campo piattaforme stealth avanzate, piuttosto che il contrario. Dopotutto, è logico che se la Russia potesse schierare jet stealth migliori, ovviamente lo farebbero (se il denaro non fosse un oggetto, per esempio).

Ma sono quei dollari e centesimi che tengono davvero la discussione sul Su-75 e sulle sue capacità stealth ben piantate nell’ipotetico. La Russia ha faticato a finanziare la produzione del suo caccia stealth già esistente, il Su-57.

Tuttavia, hanno recentemente annunciato che si aspettano di ricevere quattro nuovi Su-57 questo dicembre, portando il conteggio totale di questi caccia a 17. Naturalmente, la produzione del caccia è iniziata alcuni anni fa, con il primo Su-57 di produzione preso al cielo a dicembre 2019 … e schiantandosi prontamente poco dopo il decollo. Quindi vedremo come va.

Il Su-75 Checkmate sarà davvero un caccia stealth a budget ridotto? Forse… ma prima dovrà farsi strada per diventare un vero combattente di produzione. Attualmente, la Russia afferma che la produzione del Su-75 inizierà nel 2025. Tuttavia, anche quella data sembra essere basata sulla capacità della Russia di trovare investitori stranieri per finanziare il suo sviluppo.

Ad oggi, in realtà acquistare il nuovo jet non sembra essere una certezza.

“Nell’ambito di un futuro programma statale per gli armamenti, il ministero della Difesa e la Forza aerospaziale potrebbero prendere in considerazione la possibilità di acquistare questo caccia”, ha dichiarato a settembre il vice primo ministro russo Yuri Borisov.

Similar Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.